Batticuore

Le premier regard

Vi sono sguardi che dimentichiamo, gesti che ci lasciano indifferenti. Ma ce ne sono altri che ci conquistano e trasformano un incontro in un ricordo indimenticabile. L’esposizione Le premier regard invita a scoprire i misteri dell’attrazione e della seduzione attraverso il linguaggio del corpo.

Cosa accade in quei meravigliosi momenti di sensualità che vorremmo durassero per sempre? Facendo appello a tutti i nostri sensi, il nostro corpo trasmette dei messaggi spesso incoscienti sin dal primo sguardo. Lo sapevate ad esempio che il fatto di essere attirati dall’odore di una persona piuttosto che da quello di un’altra è in parte determinato geneticamente? Le premier regard ci sensibilizza a questi aspetti poco conosciuti del linguaggio del corpo e stabilisce un parallelismo tra comportamento umano e animale.

Un risveglio dei sensi

Questo viaggio nel paese dei sensi comincia con la scelta fra due sguardi, apparentemente identici, proiettati su degli schermi all’entrata dell’esposizione. Due percorsi paralleli, separati da una sorta di membrana, conducono i visitatori alla scoperta del linguaggio amoroso del loro corpo, attraverso suoni, luci, immagini e odori. I visitatori si ascoltano, si indovinano, ma non si toccano. Una situazione che risveglia attese e illusioni prima dell’incontro alla fine del percorso; quando immaginazione e desiderio vengono confrontati alla realtà.

Conoscersi tramite un annuncio

Una storia d’amore può cominciare con un breve annuncio. Divertente, poetica, cinica, questa lettura interpella, affascina, seduce. Se il contenuto dell’esposizione Le premier regard tratta del linguaggio del corpo, il padiglione che la accoglie dà la parola a migliaia di brevi annunci che tappezzano il suo involucro esterno. La struttura dell’edificio espositivo ricorda un corpo umano dalle forme sensuali. Una parte di questi annunci vengono preparati da un’agenzia pubblicitaria, gli altri da coloro che partecipano ad un concorso.

Obiettivo prevenzione

L’Ufficio federale della sanità pubblica e l’Aiuto svizzero contro l’AIDS si sono lasciati sedurre da questa esposizione e hanno associato al progetto la loro campagna STOP AIDS. Un modo per dire che un primo sguardo non deve mai offuscare i riflessi di prevenzione.

Capacità di visitatori al giorno
6'600

Visitatori totali
890'000

Partner
L’Ufficio federale della sanità pubblica
l’Aiuto svizzero contro l’AIDS

Idea
Expo.02
in collaborazione con:
Béatrice Pellegrini
Luca Deon
Maurici Farré

Autore scientifico
Isabelle Werner, Epalinges

Scenografia
Claire Peverelli, Ginevra www.clairepeverelli.ch

Fotografia e video
Olivier Christinat, Lausanne www.olivierchristinat.com

Film (occhi)
Intermezzo Film, Ginevra www.intermezzofilms.ch 

Design del suono
Andrea Valvini, Ginevra

Film d'animazione
Séverine Leibundgut, Losanna

Illustrazione
Mix et Remix (Philippe Becquelin), Losanna

Grafica
Frank Hyde-Antwi, Zurigo www.twiddlethumbs.net

Registrazioni sonore (animali)
Jean-Paul Augsburger, Losanna

Attori
Céline Bolomey, Ginevra
Jean-Louis Johannides, Ginevra

Architettura
PixelPark AG (nuovo: Digitas Pixelpark AG) (Jan Löken, Ralph Bremenkamp, Charlotte Kellermann, Marcus Schröger) Berlino, Germania www.digitaspixelpark.com 

Gestione del progetto
PixelPark AG (nuovo: Digitas Pixelpark AG) (Wolfgang Schneider, Christian Vogel), Berlino; Germania www.digitaspixelpark.com 

Appaltatori generali
Nüssli Special Events AG, Hüttwilen www.nussli.com
Aroma Productions AG, Zurigo www.aroma.ch

Gestione del progetto Expo.02
Sandro Rosselet
Markus Röthlisberger

Coaching Expo.02
Sergio Cavero (responsabile)
Anic Zanzi

Guide
Chantal Allemand, Ariane Allgöwer, Olivier Amrein, Roman Benninger, Nicole Boegli, Jehanne Carnal, Marie Madeleine Collet, Julia Dias, Patrick Dorsaz, Laure Favre, Simone Frischknecht, Mélita Goufas, Jérôme Grand, Julien Grobet, Nicolas Grosset, Regula Guyer, Suzanne Haziot, Christian Heiniger, Aurore Jecker, David Joliquin, Anita Lovasz, Elodie Magnin Collet, Guy Metrailler, Nicolas Michel, Patricia Pache, Laure Pasquier, Stéphanie Reymond, André Riggenbach, Sven Nelson Ruffiner, Marie Schaer, Benedikt Schläppi, Eric Schmit, Ursula Schweingruber, Alexandre Seydoux, Mathieu Simonin, Christophe Spitz, Timothée Tosti, Ursula Veglia Schweingruber, Catherine Vifian, Fabienne Vuilleumier

Foto: Dossier stampa Le premier regard