Cronologia di Expo.01/02

La cronologia della 6a Esposizione Nazionale può essere delineata in fasi molto diverse di Expo.01/02. 

La suddivisione più semplice della cronologia è la seguente: 3 fasi: 

Fase preliminare
Anni fino al 1996: dalle prime discussioni su una nuova esposizione nazionale alla decisione federale sul contributo all'esposizione nazionale del 2001 nel dicembre 1996.

Fase Expo.01
Anni 1997-1999: dalla presentazione al pubblico del Progetto Tre Laghi alla decisione federale di stanziare 250 milioni di franchi per l'Expo.02 nel dicembre 1999.

Fase Expo.02
Anni 2000-2003: dalla presentazione del rapporto di fattibilità dell'Expo.02 al Consiglio federale fino allo smantellamento dell'Expo.02, avvenuto principalmente nel 2003.

Cronologia

1964 Nel loro rapporto finale, gli organizzatori dell'Expo 64 esprimono il desiderio che la prossima edizione coincida con il 700° anniversario della Confederazione Svizzera.
1977 La Conferenza dei Cantoni della Svizzera centrale istituisce un comitato per un'esposizione nazionale che celebri il 700° anniversario.
12.12.1984 Istituzione della Fondazione CH-91 da parte dei Cantoni della Svizzera centrale di Uri, Svitto, Obvaldo, Nidvaldo, Lucerna e Zugo insieme alla Confederazione. L'obiettivo principale della fondazione era quello di celebrare il 700° anniversario della Confederazione svizzera nel 1991 con un'esposizione nazionale nella Svizzera centrale.
05.05.1985 Referendum negativo nel Cantone di Lucerna sul progetto CH-91.
26.04.1987 Referendum negativo nei cantoni della Svizzera centrale sul progetto CH-91.
06.1987 Il Consiglio federale stabilisce che nel 1991 non potrà aver luogo alcuna esposizione nazionale.
01.06.1988 Messaggio del Consiglio federale sul 700° anniversario: nell'anno del giubileo 1998 (150 anni dello Stato federale) si terrà in Ticino un'esposizione nazionale.
Fine 1989 Il governo ticinese commissiona uno studio sulla fattibilità di un'esposizione nazionale in Ticino nel 1998. Al termine dello studio, il Ticino decide di non candidarsi.
05.-09.1993 Dopo Ginevra, il Vallese, e improvvisamente di nuovo il Ticino, e infine Neuchâtel, segnalano il loro interesse per un'Expo nel 1998. Il Vallese si ritira infine a causa della sua candidatura olimpica, mentre Berna e Friburgo aderiscono al progetto di Neuchâtel.
10.1993 Le commissioni parlamentari di conciliazione propongono l'organizzazione di un'esposizione nazionale nel 2000.
03.1994 Il Consiglio nazionale approva una mozione che incarica il Consiglio federale di occuparsi dell'organizzazione di un'esposizione nazionale e di presentare una proposta corrispondente ai Consigli.
20.05.1994 Riunione costitutiva del comitato di candidatura per il progetto di Neuchâtel.
13.06.1994 Il Consiglio federale decide di organizzare un'esposizione nazionale nel 2001, separata dalle celebrazioni dell'Elvezia e del Giubileo della Confederazione Svizzera del 1998, affidandone la direzione al Dipartimento federale dell'economia.
21.06.1994 I Cantoni di Neuchâtel, Berna, Friburgo, Soletta, Vaud e Giura e le città di Bienne, Grenchen, Murten, Neuchâtel, Soletta e Yverdon presentano la loro candidatura.
12.12.1994 Il Cantone e la città di Soletta e Grenchen si ritirano dal progetto.
22.12.1994 Il Consiglio federale non può decidere su un progetto e rinvia la decisione.
18.01.1995 Il Consiglio federale riceve i rappresentanti dei tre comitati d'iniziativa.
30.01.1995 Su richiesta del DFE, il Consiglio federale decide a favore dell'Expo nella Regione dei Tre Laghi ai piedi del Giura. Preferisce questo progetto alle proposte di Ginevra e del Ticino e incarica il comitato di candidatura di far eseguire uno studio di fattibilità. Inoltre, istituisce il Gruppo di coordinamento interdipartimentale (GIC).
14.03.1995 Il comitato di candidatura costituisce l'Associazione Exposition Nationale, presieduta dal Consigliere di Stato di Neuchâtel Francis Matthey. Il suo organo strategico si chiama Comité Stratégique ed è composto da 18 membri. L'ufficio del Comité Stratégique è composto da 5 persone.
03.1995 Il Comité Stratégique incarica Rudolf Burkhalter (Aarprojekt) e Paolo Ugolini (Steiner Engineering) di preparare uno studio di fattibilità.
09.1995 Il capo del DFE nomina il suo assistente personale, Daniel Margot, come delegato del Consiglio federale per l'Esposizione nazionale.
13.02.1996 Presentazione del progetto in una conferenza stampa alla quale partecipa il Consigliere federale Jean-Pascal Delamuraz.
02.03.1996 Nomina a presidente dell'Associazione Exposition Nationale (Comité Stratégique, Assemblé Générale).
18.03.1996 Il Consiglio federale incarica l'Associazione Exposition Nationale di organizzare un'esposizione nazionale.
01.04.1996 L'Associazione Nazionale delle Esposizioni rivede i suoi statuti e rinomina l'esposizione nazionale Expo 2001.
22.05.1996 Messaggio del Consiglio federale (contributo federale di 130 milioni di franchi) 
06.09.1996 Rapporto complementare al messaggio del Consiglio federale del 22.05.1996
05.11.1996 2° Rapporto complementare al messaggio del Consiglio federale del 22.05.1996
28.11.1996 L'Associazione adotta i nuovi statuti, che entrano in vigore il 01.01.1997.
01.12.1996 Referendum nella città di Bienne sulla partecipazione finanziaria all'Expo 2001.
10.12.1996 Decisione federale sul contributo di 130 milioni di franchi all'Esposizione nazionale 2001 (lo studio di fattibilità aveva ipotizzato un contributo federale di 170 milioni di franchi). Dopo il Consiglio degli Stati, anche il Consiglio nazionale approva il credito per l'Expo 2001 con 126 voti favorevoli e 25 contrari.
31.12.1996 Elezione dei rappresentanti federali al Comité Stratégique.
03.03.1997 Jacqueline Fendt viene eletta Directrice Générale dell'Expo 2001 dal Comité Stratégique.
21.03.1997 Entrano in carica Rudolf Burkhalter (Direction Finances, che comprendeva anche Trasporti, Ambiente, Procedure e Turismo) e Paolo Ugolini (Direzione Technique, che comprendeva anche Sicurezza e Logistica) e il Sécretaire Générale Alain Becker.
04.1997 Lancio della campagna di partecipazione.
25.05.1997 Viene messo online il primo sito web dell'Expo.
01.08.1997 Pipilotti Rist viene presentata al pubblico come Directrice Artistique dell'Expo 2001.
01.1998 L'Expo 2001 viene rinominata Expo.01.
01.04.1998 Il Consigliere federale Couchepin subentra al Consigliere federale Delamuraz alla guida del DFE.
01.04.1998 Contratto con il delegato del Consiglio federale, Daniel Margot.
05.1998 Viene bandito il concorso internazionale di architettura per gli Arteplages (al quale in seguito non parteciperanno rappresentanti affermati della Svizzera).
05.05.1998 Il Consigliere federale Couchepin incontra i responsabili dell'Expo.01 a Neuchâtel.
15.06.1998 Il Consiglio federale approva i progetti federali.
17.06.1998 Il Comité Stratégique approva il progetto preliminare del 29.04.1998.
01.07.1998 L'ufficio del Comité Stratégique invita la Direction Générale e le altre direzioni a una discussione a Murten.
09.1998 Gara d'appalto per la progettazione e l'architettura dell'Arteplages di Ruedi Rast.
11.09.1998 Aloys Hirzel assume la carica di Directeur Marketing (la comunicazione era ancora integrata in questa Direzione).
14.10.1998 Si dimette il Directeur Technique Paolo Ugolini.
11.1998 Bilancio 8
18.12.1998 Si dimette il Directrice Artistique Pipilotti Rist.
01.1999 Il Consiglio federale nomina una delegazione di tre persone (Couchepin, Ogi, Leuenberger).
22.01.1999 Il Consiglio federale incontra la direzione di Expo.01.
26.01.1999 Il Comité Stratégique nomina Nelly Wenger Directrice Technique e Martin Heller Directeur Artistique.
02.1999 Decisione della giuria nella gara d'appalto per il design e l'architettura degli Arteplages.
02.03.1999 Presentati a Ginevra i progetti per l'area espositiva dell'Expo.01.
05.03.1999 Pubblicazione della Review of overall project controlling di PriceWaterCooper.
03.1999 Inizio della costruzione del centro di trasbordo di Cornaux (centro logistico per l'assemblaggio delle piattaforme e il trasbordo dalla ferrovia alla nave per tutti e quattro i siti Arteplage).
22.04.1999 Delegazione di tre membri del Consiglio federale incontra i rappresentanti del Comité Strategique e della Direction Générale Expo.01 .
22.06.1999 La delegazione di tre membri del Consiglio federale si incontra nuovamente con la Direzione Generale Expo.01.
26.06.1999 Si celebra la cerimonia di posa della prima pietra a Cornaux.
06.1999 Bilancio 10
07.1999 Vengono nominati i quattro responsabili dell'Arteplage.
07.1999 Inizio dei lavori di costruzione nei siti Arteplage di Biel-Bienne, Neuchâtel e Yverdon-les-Bains.
05.08.1999 La Directrice Générale Jacqueline Fendt viene licenziata dal Comité Stratégique, dopo che il giorno prima i quattro direttori avevano espresso la loro sfiducia nei suoi confronti a causa di una acuta crisi di leadership e di fiducia. Il Directrice Technique Nelly Wenger assume l'incarico ad interim.
08.08.1999 Messaggio per un credito supplementare
11.08.1999 Istituzione dell'IDA Expo.01 (Gruppo di lavoro interdipartimentale sull'Expo.01) da parte del Consiglio federale. L'IDA Expo.01 aveva il compito di accompagnare il lavoro della società Hayek Engineering AG e di illustrare al Consiglio federale diverse opzioni di intervento per l'esposizione nazionale e di preparare un messaggio per un credito supplementare della Confederazione. Ha esaminato la struttura organizzativa dell'Associazione Expo 2001 e i progetti federali.
16.08.1999 Riunione di alto livello Consiglio federale / Economia / Direzione dell'Expo.01 a Murten-Morat.
27.08.1999 Il Credit Suisse fornisce all'Esposizione Nazionale 10 milioni di franchi svizzeri per colmare una carenza di liquidità che avrebbe altrimenti portato alla cessazione delle attività.
27.08.1999 Revisione dello statuto dell'associazione
08.1999 Dimissioni di Kurt Aeschbacher da presidente della giuria della campagna partecipativa.
09.1999 L'interruzione dei lavori di costruzione porta a una perdita di motivazione.
23.09.1999 Nella perizia fornita gratuitamente da Hayek Engineering, Nicolas Hayek ritiene che sia possibile realizzare l'Expo.01 nei tempi previsti - se si cambia la gestione e si compiono sforzi estremi. Inoltre, l'esposizione nazionale costerà tra i 380 e i 550 milioni di franchi in più rispetto a quanto ipotizzato.
27.09.1999 Alois Hirzel e Rudolf Burkhalter si dimettono; la Direction Générale ha ora solo due membri, Nelly Wenger e Martin Heller.
29.09.1999 Il Comité Stratégique di Expo.01 cede il potere al nuovo Comité Directeur. I suoi membri non faranno parte di questo nuovo organismo.
30.09.1999 Il Departement Partenariat viene annesso alla Direction Artistique.
04.10.1999 Il Consiglio federale rinvia di un anno l'Esposizione nazionale al 2002 e propone al Parlamento un credito supplementare per l'Expo di 250 milioni di franchi.
07.10.1999 Il Presidente della Direction Générale ad interim crea una nuova organizzazione con 16 task force.
15.10.1999 A Neuchâtel, viene lanciato ufficialmente il Comité Directeur Expo.02. Il presidente del PLR e consigliere nazionale Franz Steinegger è presidente e rappresentante della Confederazione; altri membri sono Alois Sonnenmoser, Riccardo Gullotti e gli ex consiglieri cantonali Peter Schmid (Berna, SVP) e Pierre Dubois (Neuchâtel, SP). Modifica degli Statuti.
20.10.1999 Il Comité Directeur entra in funzione; l'ex-Comité Stratégique diventa l'Assemblée Générale.
04.11.1999 La grande banca Credit Suisse mette il suo capo del personale, Rolf Dörig, a disposizione di Expo.02 come Directeur Finances per tre mesi.
05.11.1999 Il gruppo Ambiente, energia, trasporti (organo consultivo) sarà sciolto.
17.11.1999 Secondo Steinegger, è necessario raccogliere 300 milioni di franchi e risparmiare altri 290 milioni di franchi.
29.11.1999 Modifica dello Statuto
01.11.1999 Rainer Müller a capo della Direction Marketing ad interim.
16.12.1999 Nella sessione invernale, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati approvano altri 250 milioni di franchi per l'Expo.02 (a determinate condizioni).
12.1999 L'IDA Expo.01 conclude il suo mandato
11.+14.12.1999 Sono disponibili i risultati delle 16 task force. Vengono pubblicate le pubblicazioni Expo.02 - Part A: Optimal project and conceptExpo.02 - Part B: Advice on "no limits" scenarios.
19.01.2000 Il Consiglio federale approva la rottura del budget di 1,4 miliardi di franchi. che non contiene riserve.
20.01.2000 Pubblicazione del Rapport au Conseil fédéral. Nel suo rapporto di fattibilità, la direzione dell'Expo dichiara l'Expo.02 fattibile, ma chiede alla Confederazione e ai Cantoni una garanzia di deficit di 320 milioni di franchi.
26.01.2000 Il Consiglio federale ha sbloccato il credito (250 milioni di franchi), anche se le condizioni sono state soddisfatte solo in parte.
02.02.2000 Nuove nomine alla Direction Générale: Nelly Wenger Directrice Générale, Martin Heller, Directeur Artistique, Walter Häusermann. Directeur Finances, Rainer Müller Directeur Marketing,
11.02.2000 Dopo un'interruzione di cinque mesi, proseguono i lavori di costruzione di Arteplages.
23.02.2000 Decisione federale sulla garanzia del deficit di 338 milioni di franchi.
29.02.2000 Nomina di Tony Burgener a responsabile del Departement information et relations publiques
02.2000 La Direction Générale decide di creare un servizio giuridico interno.
01.03.2000 Avvio del Controlling strategico,
06.03.2000 Ruedi Rast assume la carica di Direction Technique.
06.03.2000 Viene creata la Direction Exploitation.
09.03.2000 Due pali di sostegno metallici lunghi 50 metri dell'Arteplage Neuchâtel si rompono e affondano. Questo fallimento della costruzione, di cui Expo.02 non è responsabile, ha un drastico effetto sul prosieguo dei lavori.
03.2000 Viene sviluppato il Programma di presentazione dei partner (PPP) per gli sponsor.
03.-05.2000 Progettazione dell'organizzazione dell'Expo.02. Sviluppo di una nuova macrostruttura.
17.04.2000 Il contratto con il delegato del Consiglio federale, Daniel Margot, viene risolto anticipatamente a partire dal 30.06.2000.
15.05.2000 L'Expo.02 è di nuovo in pista, annuncia Nelly Wenger, Directrice Générale.
14.06.2000 1° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
16.06.2000 Dopo il Consiglio degli Stati, anche il Consiglio nazionale approva una garanzia di disavanzo di 338 milioni di franchi. Con un budget di 1,4 miliardi di franchi, l'impegno complessivo della Confederazione ammonta a circa 700 milioni di franchi.
30.06.2000 Il GPK del Consiglio degli Stati decide un'indagine.
06.2000 Secondo un sondaggio d'opinione, solo poco meno della metà della popolazione svizzera ha un'immagine positiva di Expo.02, mentre allo stesso tempo 9 intervistati su 10 hanno espresso grandi aspettative.
07.2000 Introduzione del dipartimento Pilotage opérationnel.
07.2000 La revisione della pianificazione della liquidità rivela una copertura insufficiente di 220-260 milioni di franchi svizzeri.
08.2000 Pubblicazione della Valutazione complessiva del progetto.
26.08.2000 Pubblicazione di 159 jours côte Suisse.
01.09.2000 2° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
10.10.2000 I lavori di costruzione iniziano anche a Murten come ultima sede.
12.10.2000 Con l'elezione del Directeur Exploitation, Frédéric Hohl, la Direction Générale è completa. È inoltre composta da Nelly Wenger (Directrice Générale), Walter Häusermann (Directeur Finances), Martin Heller (Directeur Artistique), Rainer Müller (Directeur Marketing), Ruedi Rast (Directeur Technique).
30.11.2000 3° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
19.12.2000 Il Comitato direttivo adotta un "progetto di base" con 37 esposizioni, 11 in meno di quelle previste.
23.01.2001 Viene fondata la Direction Partenariat, di cui diventa direttore René Stambach. La sponsorizzazione degli eventi viene trasferita a questa Direzione (fino ad allora era stata indipendente dalla Direction Event).
23.02.2001 Dopo il ritiro di alcuni sponsor come Orange, Diax/Sunrise e Swissair, le banche accettano di fornire 150-160 milioni di franchi svizzeri di liquidità fino alla fine di giugno.
02.2001 Inizio della vendita dei biglietti attraverso i canali indiretti
28.02.2001 4° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
27.03.2001 Rapporto della CPC del Consiglio degli Stati intitolato Probleme bei der Vorbereitung und Organisation der Landesausstellung 2001 (Expo.01).
04.04.2001 Il Consiglio federale in corpore assiste a una presentazione della Direzione generale sui contenuti di Expo.02.
04.2001 Viene lanciato il progetto visite in loco (per la popolazione locale e i futuri visitatori).
14.05.2001 Un anno prima dell'apertura dell'esposizione nazionale, il Direttore generale Nelly Wenger lancia la campagna pubblica.
19./20.05.2001 Giornate di apertura delle quattro Arteplages con 66.000 visitatori.
28.05.2001 5° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
05.2001 A causa della lentezza nel ricevere i contributi degli sponsor, per giugno si prevede un ammanco tra i 20 e i 40 milioni di franchi.
13.06.2001 Dopo il Consiglio degli Stati, anche il Consiglio nazionale converte in prestito 300 milioni di franchi della garanzia federale sul deficit.
06.2001 Danni ai pavimenti delle piattaforme di Neuchâtel e Biel-Bienne.
07.2001 Jean-François Roth, membro del Consiglio degli Stati per il Giura, diventa ambasciatore dell'Expo.02.
09.07.2001 Gli eventi vengono riuniti in una Direction Event separata, diretta da Daniel Rossellat.
21.08.2001 6° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
09.2001 Il Pilotage op6rationnel effettua una revisione generale del progetto.
10.10.2001 Pubblicazione del 1° numero della rivista Expo 02.News.
11.10.2001 Inizia la vendita dei biglietti dell'Expo all'Olma di San Gallo.
16.10.2001 Il Comité Directeur elabora un nuovo pacchetto di risparmi di 40 milioni di franchi svizzeri in considerazione della mancanza di contributi degli sponsor.
08.2001 Il progetto VIP viene cancellato per motivi finanziari; viene creato il prodotto Easyaccess.
01.11.2001 Viene creato il Dipartimento Protocollo.
14.11.2001 7° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
30.11.2001 La Direction Finances presenta il concetto di post-Expo.02.
31.12.2001 Vengono venduti poco più di 1 milione di biglietti; l'obiettivo di prevendita è quindi già superato a più di 4 mesi dall'apertura dell'Expo.
30.01.2002 Messaggio su un 2° credito aggiuntivo (deficit di sponsorizzazione).
31.01.2002 La Direction Technique lancia l'idea di "Reflexpo"; infine, più di 20 partner espositivi partecipano a questa valutazione.
14.03.2002 Decisione federale sul 2° credito aggiuntivo di 120 milioni di franchi e sulla conversione della garanzia di deficit di 58 milioni di franchi in un prestito (contro l'opposizione dell'UDC, dei Verdi e di parte del CVP). Il margine di manovra del Parlamento era a questo punto molto limitato.
27.03.2002 8° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
01.04.2002 Pubblicazione della Guida ufficiale di Expo.02.
04./05.05.2002 Giornate di anteprima/giornate dei media nelle quattro Arteplages con 550 giornalisti svizzeri e stranieri.
14.05.2002 Il Presidente Kaspar Villiger inaugura l'Esposizione Nazionale 2002. 15.000 persone assistono all'inaugurazione nelle quattro Arteplages.
15.05.2002 L'Expo.02 apre le sue porte.
21.05.2002 L'Arteplage Mobile du Jura apre i battenti.
14.06.2002 9° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
31.07.2002 Il Segretariato generale viene sciolto.
01.08.2002 Le celebrazioni del 1° agosto si svolgono su tutte e quattro le Arteplages e attirano un numero record di 110.000 persone.
05.08.2002 Expo.02 fa un bilancio del primo semestre. Le presenze hanno raggiunto i 4,4 milioni.
20.08.2002 10° rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
07.-08.2002 Crollo delle vendite dell'abbonamento stagionale e successivamente anche dell'abbonamento per 3 giorni, con un impatto negativo sul prezzo medio e sugli introiti dei biglietti.
02.09.2002 Messaggio 3 Credito aggiuntivo di 90 milioni di franchi nell'ambito del bilancio 2003 (per coprire l'insufficienza degli introiti dei biglietti).
09.09.2002 I biglietti last minute offrono prezzi vantaggiosi tutto compreso.
12.09.2002 Il Comité Directeur nomina Marc Stucki responsabile dei lavori di smantellamento.
20.10.2002 Cerimonia di chiusura con 500 invitati. Expo.02 chiude i battenti e registra un record giornaliero di 180.000 presenze. Expo.02 registra un totale di 10,3 milioni di ingressi e 4,2 milioni di biglietti venduti.
21.10.2002 Inizio dei lavori di smantellamento.
31.10.2022 Un sondaggio d'opinione mostra che 4 persone su 5 sarebbero favorevoli a un'altra esposizione nazionale nei prossimi 25-30 anni.
20.11.2002 Pubblicazione di L'impact économique de l'exposition nationale Expo.02. Rapporto sugli effetti economici dell'Expo.02 redatto dall'Università di Neuchâtel.
26.11.2002 Pubblicazione del rapporto PwC Vérification du décompte final provisoire.
11.12.2002 Decreto federale sul preventivo 2003, 3° credito supplementare di 90 milioni di franchi (perdita di entrate). La Confederazione ha così messo a disposizione un totale di 928 milioni di franchi in prestiti e contributi.
13.01.2003 11° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel) - Conto consuntivo provvisorio.
28.02.2003 12° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel) - Conto consuntivo provvisorio.
01.04.2003 Pubblicazione delle Weisungen für die Durchführung von Grossanlässen.
15.05.2003 Pubblicazione del Rapport final d'Expo.02.
28.05.2003 13° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
24.09.2003 14° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
12.01.2004 15° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
31.08.2004 16° Rapporto trimestrale Expo.02 alla Delegazione delle Finanze (FinDel).
29.11.2004 L'Assemblea generale ha approvato le seguenti risoluzioni: Delega dei compiti e delle mansioni a un gruppo ridotto a tre persone (Hans Stöckli, Francis Matthey e Erwin Götschmann). Elezione di KPMG SA Berna come liquidatore e di PwC Neuchâtel come revisore dei conti, entrambi a partire dal 01.01.2005.
31.12.2004 Dimissioni di Marc Stucki, liquidatore.
01.05.2005 Pubblicazione di Expo.01/02: Un mandat à responsabilité illimitée.
13.05.2008 Pubblicazione del documento Expo.02 in Liquidation - Abschlussbericht.
15.05.2008 In occasione dell'assemblea generale, è stata approvata una risoluzione per richiedere la cancellazione dell'associazione Exposition Nationale en liquidation dal Registro delle imprese di Neuchâtel.